Vie d'acqua - Il programma completo

Home | Vie d'acqua | Programma | Credits | Info | Rassegna stampa | Galleria fotografica | Video

Vie d'acqua 2009

 

| venerdì 17 aprile | sabato 18 aprile | giovedì 23 aprile | venerdì 24 aprile | sabato 25 aprile | domenica 26 aprile |

il programma completo html | pdf

 

§§§

MOSTRE

EMERSIONI_GIOVANI ARTISTI VISIVI SULL’ACQUA
mostra collettiva di giovani artisti visivi nazionali e stranieri residenti nel territorio veneto

Apertura:
CENTRO INFORMAGIOVANI contra’ Barche 55 _Vicenza
dal 17 al 26 aprile 2009
orari_dalle 15.00 alle 22.00

NEIL BABA ALI TURQUI
MARCO CORAIN
MIRCO CORATO
LISA CRAWSHAW
VERÒNICA DE MARINIS + ALBERTO SALVETTI
DAMIANO FASSO
VALERIO GUADAGNO
MILENA HRUŠOVSKA + GIOVANNI CANOVA
LUDOVICO SARTOR
SOHEE SON
IRENE TOGNATO
SUVI MAARIA TIRRONEN
VICTOR ZANASCO

Progetto “Informastranieri”
promosso dal Comune di Vicenza Assessorato all’Istruzione e alle Politiche Giovanili
finanziato dalla Regione Veneto Assessorato ai Flussi Migratori
in collaborazione con Meccano14

 

VIE D’ACQUA. I FIUMI E L'ACQUEDOTTO VICENTINI
a cura del prof. Gianni Moriani (Università di Venezia)
con Acque Vicentine e Centro Idrico di Novoledo

Apertura:
Palazzo Chiericati
dal 18 aprile al 3 Maggio
ogni giorno (eccetto lunedì) dalle 9.00 alle 17.00

I fiumi Bacchiglione, Retrone, Astichello e l’acquedotto vicentino, dalle risorgive alla città, raccontati attraverso: storiche fotografie provenienti da Biblioteca Bertoliana, Vajenti e privati cittadini; reperti archeologici e documenti originali dell’archivio di Acque Vicentine.

Le immagini di ponti, ruote idrauliche, alluvioni, lavandare, paesaggi fluviali fanno scoprire la straordinaria storia liquida della nostra città. Mentre il potabile itinerario storico, iniziato con l’acquedotto romano, continuato con i pozzi, le fontane, le acquaiole e concluso con la costruzione dell’acquedotto, fa “zampillare” la naturale bontà dell’acqua del sindaco.

Progetto a cura di: Gianni Moriani (Università di Venezia)
Con la collaborazione di: Acque Vicentine, Centro Idrico di Novoledo e Meccano14

Si ringraziano: abc.it, Studio Vajenti s.r.l., Biblioteca Bertoliana, Antonio Rossato

 

 

§§§

GIOVEDI’ 23 APRILE

 

ore 19.00
Bar Borsa

DJ-SET elettronica “aspettando Fennesz”

 

dalle ore 21.00
Ponte S.Paolo

PROIEZIONI & VISUAL ART

LA SPIAGGIA URBANA
(realizzazione originale per “Vie d’acqua”di dolp_dove osano le parole)

Tra la fine dell’Ottocento e i primi anni del Novecento, parecchi progetti di architettura e ingegneria idraulica furono dedicati allo studio di fattibilità degli Stabilimenti di Nuoto Pubblico lungo le loro rive. I progetti si susseguirono ambiziosi e innovativi ma solo uno venne realizzato, quello dell’area attigua al ponte di santa Croce, bombardato il giorno di Natale del 1943 (oggi c’è un parco giochi). Il racconto delle piscine fluviali intende analizzare il rapporto da sempre mantenuto tra la città e i suoi percorsi d’acqua, fino al giorno in cui essi hanno esaurito il loro legame utilitaristico e sono stati relegati a retro urbano dimenticato.

VISUAL ART di Giuseppe La Spada

Due anni di ricerche sull’acqua il suo fluire il suo continuo sottostare alle leggi del mutare del tempo, all’impossibilità di catturare la stessa fisicità anche nelle stesse condizioni, al fascino dei contrasti concettuali. Acqua come fonte di vita e di mistero, acqua come contatto facile e allo stesso come limite spaziale e di pensiero.

 

ore 21.00
Ponte S.Paolo

FIACCOLATA SUL RETRONE
in collaborazione con il Canoa Club Vicenza

Dal parco fluviale in periferia fino al centro storico, per una sera i canoisti vicentini illumineranno il Retrone con le loro fiaccole. Un piccolo segnale per condividere con il pubblico la passione per la navigazione e l’attenzione che da anni il club riserva alle vie d’acqua cittadine.

 

ore 21.30
Piazza Matteotti

CONCERTO musica elettronica + visual
CHRISTIAN FENNESZ + GIUSEPPE LA SPADA

L’austriaco Christian Fennesz è uno dei più importanti ed influenti tra i musicisti e i compositori di musica elettronica. Personaggio atipico nel mondo della musica, anti star per eccellenza, pioniere schivo e riservato come i suoni da lui prodotti, un passato da chitarrista punk, Fennesz ha indicato fin dagli esordi il sentiero della musica glitch elettronica dagli anni ‘90: non sono venute a caso le collaborazioni con David Sylvian e Ryuichi Sakamoto. Nel 2004 produce “Venice”, in cui unisce le emozioni suscitate dalla sua musica con le immagini oniriche delle acque e dei canali veneziani. Il suo ultimo lavoro è “Black Sea”, che si collega ancora una volta all’elemento dell’acqua e avvince l’ascoltatore in un vero e proprio mare di suoni mai così eterei. Vive e lavora tra Vienna e Parigi.

Il palermitano Giuseppe La Spada è uno dei più importanti artisti digitali internazionali. Sperimenta varie discipline visuali quali la pittura, l’illustrazione digitale, la fotografia, il video, legando arte e creatività alla tecnologia. Nel 2006, il premio come miglior carriera 2006 nelle Arti Visive (IED), l’incontro col premio Oscar Ryuichi Sakamoto e il progetto no profit ‘Mono no aware’ lo impongono a livello nazionale (vince tutti i principali premi di settore) e internazionale (è l’unico italiano a vincere un Webby Award, gli oscar di internet). Nel 2008 segue Sakamoto e Fennesz nella tournèe ‘Cendre’ con i suoi commenti visuali. Vive e lavora a Milano.

 

ore 23.00
Bar Borsa

DJ-SET elettronica “dopo Fennesz”

 

 

§§§

VENERDI’ 24 APRILE

 

ore 21.00
Piazza Matteotti

SPETTACOLO di teatro di strada
“QUADRI D’ACQUA”

Voci dal Medioevo di Trambaque

Un quadro dipinto con schizzi d’acqua e gocce di memoria. Dai versi di epiche opere letterarie (l’Odissea, la Divina Commedia, Il vecchio e il mare...) sfociano immagini che hanno il colore del mare, il suono di un torrente, l’odore della pioggia; che raccontano come la vita dell’uomo, nel bene e nel male, sia legata all’acqua ed al suo scorrere.

Il gruppo “Voci dal Medioevo di Trambaque” si è costituito nel 1993, opera nel mondo della rievocazione storica e organizza da quindici anni il Palio dello Sparviero a Castello di San Martino a Cervarese. Ha partecipato e partecipa a numerose manifestazioni rievocative in varie regioni proponendo animazioni itineranti e spettacoli teatrali.

 

dalle ore 21.00
Ponte Pusterla

CONCERTO

Take a taste (jazz standards)

Maja Ciprian, voce
Rossano Brunaporto, batteria
Federico Pilastro, contrabbasso
Federico Callegaro, piano digitale

Musicipio (pop-rock revival cover band)

Eleonora Carlotto, voce
Bruno Filippi, voce
Elisa Doria, tastiere
Nicola “Nick” Articci, chitarra
Alberto Borga, basso
Mariano Doria, batteria

 

dalle ore 21.00
Ponte S.Paolo

PROIEZIONI & VISUAL ART

LA SPIAGGIA URBANA
VISUAL ART di Giuseppe La Spada

 

ore 21.45
Piazza Matteotti

INCONTRO: “Immagini dell’acqua: società, cultura (e cinema)”
con Massimiano Bucchi - Università di Trento

PROIEZIONE del filmato “Acqua a 35 mm” (realizzazione originale per “Vie d’acqua”di Observa Science in society)
introduce Alberto Brodesco - Università di Udine

Un viaggio nell’immaginario cinematografico dell’acqua, dai Fratelli Lumière ai Fratelli Cohen, dalle acque bibliche del Mar Rosso alle cascate del Niagara di Marylin Monroe, con epilogo tutto in acqua vicentina tra ‘Primo Amore’ e ‘Don Giovanni’.

Observa - Science in Society è un’associazione culturale senza fini di lucro che promuove la ricerca, la riflessione e il dibattito sui rapporti tra scienza e società, favorendo il dialogo tra ricercatori, policy makers e cittadini.

 

ore 22.00
Ponte S.Michele / Ponte S.Paolo

Performance di danza urbana
PASSO LEGGERO COME PIUMA

Compagnia Via (Padova), diretta da Alessia Garbo

La danza di VIA considera l’ambiente come espansione del proprio ambiente personale: io sono l’ambiente che creo e che mi trasforma mentre lo creo. Per questo VIA predilige da sempre danzare all’aperto, piuttosto che su palco, sperimentando le infinite relazioni tra le architetture visibili (e invisibili) del vivere quotidiano e gli spazi del corpo. “Ogni luogo ha la sua voce, e infinite storie da raccontare, basta entrarci con passo leggero, come piuma”.

La Compagnia VIA, in breve, è un luogo possibile e aperto di sperimentazione, sul corpo che si fa linguaggio. “Vogliamo distinguere la nostra ricerca per la ricchezza dei contenuti, la dimensione popolare e trasversale delle nostre proposte, la capacità di coinvolgimento”. Alessia Garbo, danzatrice, attrice e coreografa, è la direttrice artistica della Compagnia VIA di Padova. Dopo anni di ricerca e formazione in ambito di danza ambientale, ha elaborato uno stile coreografico originale, con cui si relaziona agli ambienti visibili e invisibili che ci sono e che si è.

CONCERTO musica elettronica
ROBERT CURGENVEN
ATTILA FARAVELLI

Robert Curgenven, australiano d’origine, milanese-berlinese d’adozione, è un maestro delle tessiture armoniche. Cattura i suoni della natura e dell’ambiente creando veri e propri paesaggi sonori concreti che vanno poi ad interagire con i suoni digitali prodotti dal computer: lo sconfinato territorio australiano è stato senz’altro un’ispirazione costante negli anni. “Transparence”, performance multicanale presentata a Milano pochi mesi fa, utilizza un disco in vinile pubblicato in edizione limitata ad un solo esemplare, progettato per produrre un’unica risposta dall’ambiente e dall’amplificazione ogni volta che viene riprodotto.

Attila Faravelli, milanese, arriva al suo primo lavoro solista, “Underneath the surface” (pubblicato da Die Schachtel), dopo numerose esperienze come compositore di musiche per teatro, danza, pellicole mute e installazioni artistiche. Dall’osservazione del metodo di alcuni dei coreografi e registi con cui ha lavorato nasce l’idea di una musica costruita non secondo principi freddamente architettonici, ma assemblando materiali prodotti con tecniche diverse, lasciando ai suoni la libertà di attrarsi o respingersi secondo la loro natura più propria. Nella sua performance dal vivo utilizza uno strumento composto di otto altoparlanti modificati, nel tentativo di restituire profondità acustica a suoni astratti.

 

§§§

SABATO 25 APRILE

ore 9.30
partenza da Piazza Matteotti

PEDALATA DELL’ACQUA
Percorso guidato in bicicletta lungo le vie fluviali del territorio comunale
con Matteo Rinaldi

Qual’è la profondità massima del Bacchiglione? Mezzo metro o 15 metri? E quanti elementi inquinanti contiene? Due o ventisette? Al tempo dei romani il Retrone era considerato uno dei “più belli e pescosi fiumi della pianura padana” o un pericoloso corso d’acqua “abitato da creature degli inferi”? Domande a cui pochi saprebbero rispondere. È già tanto se distinguiamo i due fiumi cittadini. Eppure su di loro è stata fondata la storia e la fortuna della nostra città.
Con una pedalata poco impegnativa, che ci porterà fino all’affluente Tesina, questo giro accompagnerà i vicentini a scoprire un po’ della loro storia assieme all’acquedotto di Vicenza est, dove in una “piscina segreta” viene raccolta l’acqua, che arriva ogni giorno nei nostri rubinetti. Gran finale del giro a Ponte Pusterla, dove si potrà navigare il Bacchiglione, in tutta sicurezza, a bordo di canoe e barche storiche del nostro Veneto.
Facile percorso su piste ciclabili e sterrati (20 km. ca.) consigliato a partire dai 10 anni.

Appassionato di acqua (buon nuotatore e mediocre velista), Matteo Rinaldi sa raccontare storie senza indurre il suicidio. Per lavoro infatti scrive e insegna comunicazione. Offre da bere a chi avrà il coraggio di mettere i piedi nell’acqua del Bacchiglione.

 

10.00-12.00 e 15.00-17.00
Ponte Pusterla

NAVIGAZIONE SUL BACCHIGLIONE
a cura dell'Ass. Lega Navale Italiana

Su barche a remi, kayak, canoe, sandoli veneziani con voga alla veneta, in tutta sicurezza e fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

ore 11.30 (replica ore 16.30)
Oratorio dei Proti

SPETTACOLO per bambini
“Acqua e sapone”
Solo da Sole

Due scienziati ecclettici e un pò matti presentano una serie di esperimenti sull’acqua utilizzando strumenti da laboratorio chimico; all’inizio in camici bianchi, finiranno in costume da bagno.

Solo da Sole sono un duo siculo-veneto di artisti di strada (giocolieri, attori, funamboli, clown, equilibristi). Davide Valvo, il professore, acquario (marte in ariete), numero fortunato 77, sognatore, solare, approssimativo, segni particolari “di buona onda”. Manuele Candiago, il dottore, scorpione (luna in toro), numero fortunato 90, ottimista, eclettico, inaffidabile, segni particolari “vacanziero”.

 

ore 11.30
Ponte S.Paolo

GIUSEPPE PEDERIALI
con Stefano Ferrio (giornalista del Gazzettino e scrittore)

Giuseppe Pederiali, nato a Finale Emilia, vive e lavora a Milano. Ha esordito come narratore alla fine degli anni Sessanta e si è affermato nel genere storico fantastico con la trilogia Le città del diluvio (1978), Il tesoro del bigatto (1980), La compagnia della selva bella (1983), nella quale fa un uso assai gradevole di una lingua fantasiosamente popolana combinando abilmente la semplicità dell’avventura e l’ambiguità della metafora. È autore di romanzi ambientati durante il fascismo e di numerosi racconti per ragazzi. Collabora saltuariamente con il cinema, la radio e la televisione. I suoi gialli con protagonista Camilla hanno riscosso molto successo. I suoi libri sono tradotti in Germania, Inghilterra, Russia, Francia e Giappone.


ore 15.00
partenza da Piazza Matteotti

PEDALATA DELL’ACQUA
Percorso guidato in bicicletta lungo le vie fluviali del territorio comunale

 

ore 16.00
partenza da Piazza Matteotti

PASSEGGIATA DELL’ACQUA
Percorso guidato a piedi lungo le vie fluviali della città
con Stefano Ferrio

Piccoli fiumi, grandi storie. Quelle sulle “lavandare” di ponte degli Angeli, quelle sui fantasmi delle Barche incontrati da Edo Parise, quelle sui fidanzati (e sugli amanti) di ponte San Michele, quelle sui “pirati” di ponte Pusterla, quelle sui pescatori di Santa Croce, quelle sulle nutrie giganti di Sant’Agostino, quelle sugli incantesimi della Seriola, e perfino quelle, roba di una vita fa, sui palloni calciati oltre gli spalti del Menti da Luis Vinicio, e visti galleggiare venti chilometri più in là da padovani invidiosi. Venezia è una dea posata sul mare, Verona specchia la sua bellezza nell’Adige, Padova fonda la sua potenza sul corso del Brenta, nel Polesine si inchinano di fronte alla maestà del Po, bellunesi e trevigiani custodiscono come tesori le eroiche storie tramandate dal Piave. Solo Vicenza sembra negletta dalle divinità acquatiche. In realtà non è così, perché Bacchiglione e Retrone sono due fiumi in uno, più grande e misterioso, che confluisce in un unico “letto” dopo aver attraversato fastose ribalte e aver lambito più segrete sponde di una città ricca e cortigiana, opulenta e fiabesca, celestiale e spiritica. Appuntamento in piazza dell’Isola (piazza Matteotti) per un tour fluviale di Vicenza, consigliabile a vicentini di qualsiasi età.

Scrittore e giornalista, Stefano Ferrio insegna Storia della radio e della televisione all’Università di Padova, e cura per il Gazzettino una mappa settimanale delle strade di Vicenza.

 

ore 17.00
Giardini Salvi
CONCERTO
ENSEMBLE DI FIATI
del Conservatorio di Vicenza

Il gruppo formato nell’ambito della classe di Musica d’Insieme di strumenti a fiato si dedica da tempo alla divulgazione della musica per ottoni. Saranno eseguite musiche di Haendel, Charpentier, Orsbone, Mancini ed alcuni brani della tradizione popolare.

Luca Giacomin, tromba
Giacomo Baccini, tromba
Giovanni Giacon, corno
Riccardo Benetti, trombone
Giannico Gasparella, trombone

Collaborazione dei proff. R. Bracchi e F. Danese

 

ore 17.30
Giardini Salvi

LETTURE E MUSICA
FIUMANE. STORIE SUI NOSTRI FIUMI, p.1
Vasco Mirandola e Martina Pittarello leggono Barolini, Meneghello e Neri Pozza
alla viola Michele Sguotti, alla fisarmonica Miranda Cortes

“È un fiume generoso... Quando è di cattivo umore, dopo il disgelo o per lo scirocco e le forti piogge, te ne dà subito l’avviso e ti mette in guardia. Non è ipocrita, non ha segreti o trappole nelle sue acque...”

Vasco Mirandola ha lavorato nel cinema (Mediterraneo, Il Toro, Il Prete Bello, Colpo di Luna), nella televisione e nel teatro. Ha pubblicato due libri di poesie, è cantautore, comico, autore televisivo, regista. Tra le ultime produzioni “Avrei tanto bisogno di dire”, sui testi di Pino Roveredo e “Questa non è un’epoca che favorisce le arti” sui testi di D. Mamet con Giancarlo Previati. Da alcuni anni fa un percorso di letture nelle case e in ambientazioni particolari.

Martina Pittarello ha lavorato a lungo con la Piccionaia a Vicenza, poi con Teatro Gioco Vita di Piacenza, Teatro Metastasio di Prato, Carteblanche Volterra-Teatro. Con lo spettacolo “Nihil” (regia di Armando Punzo), ha partecipato alla Biennale di Venezia, allo Zhurcher festival di Zurigo e al Festival de Liège. Si occupa di formazione, narrazione e lettura ad alta voce in progetti dedicati alle biblioteche e alle scuole superiori.

Michele Sguotti ha collaborato con alcuni tra i maggiori teatri e orchestre sinfoniche nazionali, suona con l’Orchestra da Camera Italiana diretta dal M° S. Accardo ed è membro stabile e viola di spalla dell’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza. È voce e violino nel gruppo di musica etnica “La Frontera”.

Miranda Cortes è impegnata in numerosi progetti musicali, come solista o in ensemble di più musicisti. Collabora con poeti e scrittori in veste di accompagnamento ed improvvisazione sul testo. Numerosi sono i suoi interventi in campo teatrale.

 

ore 18.30
Ponte S.Paolo

OLIVIERO BEHA
con Giancarlo Corò (presidente Acque Vicentine)
e Marco Scorzato (editorialista del Giornale di Vicenza)

Oliviero Beha è giornalista sportivo (TuttoSport, Paese Sera, Repubblica), editorialista e commentatore anche politico (Rinascita, Il Messaggero, Il Mattino, Indipendente), giornalista, autore e conduttore televisivo e radiofonico RAI (Va’ pensiero, Fluff, Radio Zorro, Video Zorro, Attenti e quei tre, Radioacolori). Autore di testi teatrali, di numerosi saggi e di raccolte di poesie, che hanno vinto diversi premi, è tuttora editorialista in riviste a diffusione internazionale, nonché relatore in convegni prestigiosi sul linguaggio, la comunicazione, l’ambiente, le istituzioni, lo sport; dal 2005 è commentatore per l’Unità. Dal 2001 al 2006 è docente di sociologia alla Sapienza. Ha pubblicato Sono stato io (2004), Crescete & Prostituitevi (2005), Trilogia della Censura (2005), Diario di uno spaventapasseri (2006) e Indagine sul calcio (2006, con Andrea Di Caro), Italiopoli (2007) e Il Paziente Italiano (2008).

(in collaborazione con Cuore di Carta)

 

dalle ore 21.00 Ponte S.Paolo
dalle ore 22.00 Piazza Matteotti

PROIEZIONI & VISUAL ART

LA SPIAGGIA URBANA
ACQUA A 35 MM.
VISUAL ART di Giuseppe La Spada

 

ore 21.00
Piazza Matteotti

CONCERTO
WATER MUSIC (G. F. HANDEL)
Orchestra barocca del Veneto “I Musicali Affetti” diretti da Fabio Missaggia
Visual art: Giuseppe La Spada

La Musica sull’acqua è una delle opere più famose del compositore inglese e della musica barocca in genere, concepita per essere suonata sul fiume. In questa occasione, sarà simbolicamente eseguita in piazza dell’Isola (piazza Matteotti), antico porto fluviale cittadino, accompagnata dai commenti visuali di Giuseppe La Spada.

Suite in F major, HWV 348

1. Overture (Largo - Allegro)
2. Adagio e staccato
3. (Allegro) - Andante - Allegro da capo
4. Minuet
5. Air
6. Minuet
7. (Allegro)
8. Bourrée
9. Hornpipe

Suite in G major, HWV 350

1. Allegro
2. Rigaudon
3. (Allegro)
4. Menuet
5. (Allegro)

Suite in D major, HWV 349

1. Overture (Allegro)
2. Alla Hornpipe
3. Minuet
4. Lentement
5. Bourrée

Fabio Missaggia, allievo di G. Guglielmo, si diploma al Conservatorio di Vicenza nel 1983 perfezionandosi con C. Romano e P. Borciani. Dal 1990 collabora nell’attività concertistica e discografica con importanti gruppi internazionali di Musica Antica tenendo concerti nei più prestigiosi Festival europei. Come direttore rivolge la sua attenzione principale al repertorio vocale-strumentale del Sei-Settecento. È primo violino e direttore principale de “I Musicali Affetti”. In qualità di Direttore Artistico dirige il Festival “Spazio & Musica”, da lui ideato con lo scopo di valorizzare i tesori artistici architettonici di Vicenza grazie alla musica su strumenti originali. È titolare della cattedra di violino al Conservatorio di Vicenza, presso il quale tiene anche i Corsi Accademici di primo e secondo livello di violino barocco e vari seminari sulla prassi esecutiva e musica da camera.

Il gruppo I Musicali Affetti nasce dall’idea di Fabio Missaggia di riunire musicisti italiani e stranieri che si dedicano allo studio e all’esecuzione di musica antica con strumenti originali. Lo studio delle fonti antiche e la ricerca costante della qualità del suono vogliono essere le basi per affrontare la musica antica con la più grande libertà di espressione. Numerosi i concerti nell’ambito di importanti rassegne in Italia e all’estero: Venezia, Verona, Bologna, Modena, Pescara, Viterbo, Avignone, Nizza, Utrecht, Hyeres ecc. I Musicali Affetti si esibiscono regolarmente nella straordinaria cornice del Teatro Olimpico di Vicenza.

(in collaborazione con Musica Variabile)

 

ore 22.00
Ponte S.Paolo

READING
LA COMMEDIA E’ FINITA
di Lorenzo Calza

con Andrea Cravedi (chitarre), Federico Rivoli (percussioni ed elettroniche) e Domenico Sannino (voce recitante)

Algo Lenzi, ex-reporter di guerra in pensione, si trova a indagare sulla misteriosa catena di delitti che insanguina una famiglia di ceceni immigrati in Italia. Con l’aiuto di Luca - amico fidato ed eccentrico - e della moglie Bea, s’immergerà in una realtà torbida, dai risvolti oscuri. Applicherà all’indagine la grande esperienza maturata nei territori di guerra di mezzo mondo. Dietro un indizio se ne cela sempre un altro, e un altro ancora, in un gioco a incastri, costellato di vittime e carnefici, che apre sempre nuovi scenari. Fino alla scoperta della verità finale...

Lorenzo Calza è nato a Piacenza, il giorno dei morti del ‘70. Sceneggiatore. Dal 1999 si trasferisce a Genova, entrando a far parte dello staff di “Julia” (Bonelli ed.), fumetto noir ideato da Giancarlo Berardi. Nel 2000 ha scritto “Arkhain”, una storia di fantahorror edita dalla Marvel Italia, disegnata da Stefano Raffaele. Il suo cortometraggio “Pipistrelli” - proiettato nel “Bellaria Film Festival” 2001, è reperibile in rete. “La Commedia è Finita” è il suo primo romanzo.

 

ore 22.15
Ponte Pusterla

LETTURE
MISTERIOSA NOTTE SUL FIUME
Vasco Mirandola e Martina Pittarello leggono Dino Buzzati
alla chitarra Giorgio Gobbo, alla fisarmonica Sergio Marchesini della “Piccola Bottega Baltazar”

“Di tanto in tanto, ogni due tre mesi, a una certa ora della notte, i rumori della città all’improvviso si spengono. E allora si ode il ticchettio dell’orologio, per mesi e mesi nessuno se n’era ricordato. Eppure continuava a camminare. E anche adesso continua. Cammina, dici? Corre, galoppa, vola. Capisci? E’ il tempo. Precipita, divorando la vita nostra, olè.”

Brevi racconti, frammenti, dialoghi, episodi apparentemente quotidiani che improvvisamente prendono una vita diversa e scivolano lentamente, senza preavviso, in una atmosfera surreale. E in un attimo accade l’incredibile. I brani letti sono tratti dalle raccolte: La Boutique del Mistero, Le notti difficili, Sessanta racconti, In quel preciso momento, Il Colombre.

La Piccola Bottega Baltazar è una formazione veneta che intreccia la canzone d’autore con la musica popolare, classica e jazz. Ha pubblicato tre cd: “Poco tempo, troppa fame - omaggio a Fabrizio De André” (2002), “Canzoni in forma di fiore” (2004) e “Il disco dei miracoli” (2007), quest’ultimo nominato tra i 20 migliori dischi indipendenti italiani del 2007.

 

§§§

DOMENICA 26 APRILE

 

ore 9.30
partenza da Piazza Matteotti

PEDALATA DELL’ACQUA
Percorso guidato in bicicletta lungo le vie fluviali del territorio comunale

 

ore 10.00
partenza da Piazza Matteotti

PASSEGGIATA DELL’ACQUA
Percorso guidato a piedi lungo le vie fluviali della città

 

ore 11.30 (replica ore 16.30)
Oratorio dei Proti

SPETTACOLO per bambini
“H2O: Acqua”

I 4 Elementi

Un giocoliere presenterà il tema dell’acqua utilizzando clave infuocate, un monociclo alto 1.80m, una sfera di cristallo ed altri piccoli strumenti. Equilibrismo e numeri esilaranti porteranno il pubblico a riflettere sull’acqua come bene comune, risorsa, diritto ed elemento fondante, sul suo stato liquido solido gassoso e la sua natura ciclica.

La compagnia I 4 Elementi si forma nella lontana primavera 2006, anno del leone (che nella tradizione cinese attribuisce forza, coraggio e determinazione per le nuove iniziative). A tutt’oggi è formata da tre attori ed un tecnico tuttofare (= 4 elementi). Fanno parte della famiglia anche un monaco, un prete, un medico, la nonna Ada, il nipote Geppo, 2 coriste: tutti rigorosamente in gommapiuma.

 

ore 11.30
Ponte S.Paolo

ETTORE MO
con Lorenzo Tomasin (editorialista del Corriere del Veneto)

Ettore Mo è tra i più famosi corrispondenti di guerra, inviato speciale del Corriere della Sera. Si occupa di musica e teatro fino al 1979, quando ottiene il primo incarico come inviato speciale: prima in Iran, a Teheran, dove aveva appena preso il potere l’Ayatollah Khomeini, poi in Afghanistan, dove ritornerà svariate volte, entrandovi da clandestino e travestito da mujaheddin. Ha raccontato in prima persona tutte le crisi mondiali e ha intervistato i maggiori protagonisti della nostra epoca, sempre secondo la sua filosofia: per un giornalista l’importante è essere sul posto, ascoltare dai testimoni diretti quanto è accaduto e riportarlo in prima persona. Ancora oggi, pur essendo in pensione, continua a girare il mondo in cerca di storie. Nel 2006 ha pubblicato “Fiumi”, in cui racconta i percorsi tortuosi dei fiumi più ricchi di storia e visita i campi di battaglia di una guerra in sordina, ma che ha un peso decisivo sul futuro del Pianeta e dei suoi abitanti: la guerra dell’acqua.

(in collaborazione con Cuore di Carta)

ore 15.00
partenza da Piazza Matteotti

PEDALATA DELL’ACQUA
Percorso guidato in bicicletta lungo le vie fluviali del territorio comunale

 

ore 16.00
partenza da Piazza Matteotti

PASSEGGIATA DELL’ACQUA
Percorso guidato a piedi lungo le vie fluviali della città

 

ore 17.00
Ponte Pusterla

CONCERTO
ENSEMBLE DI FIATI
del Conservatorio di Vicenza

Il gruppo formato nell’ambito della classe di Musica d’Insieme di strumenti a fiato si dedica da tempo alla divulgazione della musica per ottoni. Saranno eseguite musiche di Haendel, Charpentier, Orsbone, Mancini ed alcuni brani della tradizione popolare.

Cataldo Barberi , tromba
Giacomo Baccini, tromba
Giovanni Giacon, corno
Riccardo Benetti, trombone
Giannico Gasparella, trombone

Collaborazione dei proff. R. Bracchi e F. Danese

 

ore 17.30
Giardini Salvi

LETTURE E MUSICA
FIUMANE. STORIE SUI NOSTRI FIUMI, p.2
liviopacella e Valentina Brusaferro leggono Parise e Trevisan
al sax Mauro Baldassarre

“L’acqua del fiume una bella notte è tornata a riempire vasi e barattoli, poi ha sommerso ciuffi di alghe, le tane profonde dei topi che dormivano e infine è arrivata agli scalini delle lavandaie...”

Valentina Brusaferro, attrice e performer vicentina, è impegnata in un percorso di ricerca condotto attraverso una composizione drammaturgica legata al corpo e alla voce. Dal ’95 collabora come professionista con diverse realtà teatrali. Sviluppa progetti di teatro, lettura ad alta voce, narrazione, in collaborazione con musicisti, video artisti, danzatori, autori. Conduce laboratori di teatro nelle scuole, collabora con enti e biblioteche.

liviopacella, poeta maledetto e filosofo ballerino, instancabile sperimentatore di linguaggi teatrali, passa con disinvoltura dalla regia di respiro corale alla realizzazione di performance rock, techno, jazz; dal Piccolo Teatro di Milano al teatro Valle di Roma, all’underground notturno della città; dalla formazione classica nelle scuole superiori alla ricerca intensiva; dalla speculazione ultralirica e metaletteraria all’interpretazione drammatica.

Mauro Baldassarre, da sempre, anima diverse formazioni jazzistiche a proprio nome. Ha suonato in diverse edizioni di Jazz Conversations (nel 2000 assieme con il trombettista americano Kurt Weiss). Ha un duo stabile di jazz, un quartetto ed un “Organ Trio”.

 

ore 18.00
Ponte Pusterla

LETTURE POETICHE
Marco Munaro e Pasquale Di Palmo

Marco Munaro, Castelmassa 1960, vive a Rovigo. Per la poesia ricordiamo i volumi: L’urlo (1990), Cinque sassi (1993), Il Rosario del Lido, in 5 Poeti del premio “Laura Nobile” Siena 1993 (1995), Vaso blu con narcisi (2001) e Ionio e altri mari (2003). E’ presente in numerose antologie e riviste italiane e straniere. Ha curato tutte le poesie di Bino Rebellato, In nessun posto e da per tutto (2005) ed una originale galleria di ritratti di poeti italiani del Novecento, Il lampo della bocca (con G.M. Tregiardini, 2005). Per il Ponte del Sale: La bella scola. La Comedìa di Dante letta dai poeti e illustrata (2003-2009, tuttora in corso) e Da Rimbaud a Rimbaud (2004).

Pasquale Di Palmo (Lido di Venezia 1958), vive a Ca’ Noghera (VE). Ha pubblicato le raccolte di poesie intitolate “Arie a malincuore” (1992), “Quaderno del vento” (1996), “Horror Lucis” (1997). Suoi testi sono presenti in varie antologie e in numerose riviste, tra cui Nuovi Argomenti, Paragone e Poesia. Ha curato e tradotto “Poesie della Crudeltà” (2002) e “Io sono Gesù Cristo” (2003) di Antonin Artaud e alcuni volumetti di poesie e prose di Tristan Corbière, Raymond Radiguet, Gérard d’Houville e dello stesso Artaud.

 

ore 18.00
Oratorio dei Proti

TEATRO
REGINA. MEMORIA D’ACQUA sull’argine del Po
di e con Mariella Fabbris, al pianoforte Ilaria Schettini

Il racconto di Regina evoca paesaggi e suggestioni che scorrono insieme alle testimonianze, memorie comuni di un’Italia che continua a voler salvaguardare il proprio territorio. Storie raccontate e reinventate, in un viaggio di inconsapevolezze, di desideri, di diversità, di incontri che la vita, nella sua complessità, offre. Acqua che alimenta pensieri, personaggi, luoghi, paesaggi.

Mariella Fabbris è attrice e autrice, tra i fondatori del Teatro Settimo. Realizza progetti teatrali, cura laboratori con persone di diverse fasce d’età finalizzati all’approfondimento delle relazioni interpersonali, in una ricerca autobiografica e del territorio, verso la salvaguardia dei luoghi e della loro memoria, attraverso originali forme di narrazione.

Ilaria Schettini ha intrapreso una brillante carriera concertistica come solista e in varie formazioni cameristiche in Italia e all’estero. Collabora attivamente con numerose orchestre sinfoniche e ha tenuto una tourneè in tutta Europa. Ha al suo attivo incisioni discografiche.

 

§§§

PERCORSI FORMATIVI

A partire dal 22 marzo, Giornata Mondiale dell’Acqua, 11 scuole di 7 istituti comprensivi del territorio di Vicenza e dei comuni contermini hanno aderito alla proposta didattica presentata da Romano Trevisiol, presidente del Gruppo Grotte “G. Trevisiol” - C.A.I. Vicenza.

Gli incontri hanno presentato agli alunni il percorso delle vie d’acqua, dalle risorgive al sottosuolo, con particolare riferimento all’ambiente carsico, comunicando in modo semplice e diretto l’importanza delle risorse idriche per sviluppare la consapevolezza degli sprechi e delle cause d’inquinamento.

Hanno aderito le scuole primarie “Pertini” (I.C. 3), “Don Mistrorigo” (I.C. 3), “Tiepolo” (I.C. 4), “Zanella” (I.C. 6), “De Amicis” (I.C. 7), “Rodari” (I.C. 7), “Pasini” (I.C. 7), “Loschi” (I.C. 8), “Zecchetto” (I.C. 9), “Colombo” (I.C. 10) e la scuola secondaria di 1° grado “Foscolo” (I.C. 3).

 

---

Informazioni

Assessorato alla Cultura: tel. 0444 222104 - e-mail: infocultura@comune.vicenza.it - web: www.comune.vicenza.it)
Associazione Meccano 14: e-mail: info@meccano14.org