Favolario Illustrato – Scrittori e illustratori per i Villaggi SOS


immagine dal favolario

|:| cos'è il favolario? |:| la favola del favolario |:| gli incipit |:| dove trovo il favolario? |:| area stampa |:|

Cos'è il Favolario?

Il Favolario illustrato – Scrittori e illustratori per i Villaggi SOS, a cura di Stefano Strazzabosco, è un libro di fiabe a colori frutto del lavoro e della disponibilità di affermati scrittori e illustratori che si sono misurati con un genere, quello della favola, per molti di loro non abituale. Per di più, tutti hanno lavorato in modo completamente gratuito.illustrazione dal favolario

Il progetto è nato dato un’idea di Bruno Biasiolo e Stefano Strazzabosco. Il primo, volendo dare continuità all’esperienza del Festival per bambini Viva Dabadù (da lui organizzato negli anni scorsi, sempre a beneficio del Villaggio SOS di Vicenza), ha preso contatto con gli artisti visivi, avvalendosi della collaborazione di Davide Babetto e Stefano Mano, e ha poi coordinato le varie fasi operative del progetto. Stefano Strazzabosco si è invece incaricato di proporre a scrittori contemporanei, eterogenei ma tutti di alto profilo letterario, un’incursione nel mondo della favola, suggerendo loro di regalare ai SOS un testo inedito o raro. Nel complesso, il lavoro di curatela letteraria e quello di coordinazione sono durati un anno e mezzo, e sono stati svolti nel medesimo spirito solidale che ha ispirato ogni fase del progetto.

Gli scrittori che hanno aderito all’iniziativa, e che sono dunque presenti nel Favolario, sono: Tullio Avoledo, Davide Bregola, Giuseppe Caliceti, Patrizia Cavalli, Pasquale Di Palmo, Tonino Guerra, Paolo Lanaro, Lia Levi, Valerio Magrelli, Giulio Mozzi, Mario Rigoni Stern, Tiziano Scarpa, Gian Mario Villalta. Alcuni hanno addirittura scritto la loro prima favola apposta per questo libro, accettando di mettersi in gioco fino in fondo. illustrazione dal favolario

Gli illustratori che hanno donato le loro tavole sono: Alessandra Bagnoli, Damiano Bellino, Anna Berton, Aldo Egidio Boni, Michela Caruso, Lara Dabusti, Chiara Donelli Cornaro, Chiara Fedele, Marzia Ghezzo, Marina Marcolin, Mauro Mazzara, Chiara Pasqualotto, Gessica Tiziani, Milena Zanotelli.

Il risultato sono centotrenta pagine con 13 idee e stili differenti: un libro che si rivolge sia ai piccoli sia ai grandi lettori, e che rappresenta un tentativo di opporsi al disagio attraverso la creatività, la generosità e la fantasia (come fanno i bambini).

Numerose le partnership coinvolte nel progetto: il Ponte del Sale, Casa editrice di Rovigo, che ha pubblicato il volume, supportato finanziariamente dalla Fondazione Monte di Pietà di Vicenza e, nella fase di stampa, dalla Legatoria Editoriale Giovanni Olivotto di Vicenza. Il coordinamento delle varie fasi di realizzazione e promozione è stato curato dall’Associazione Meccano 14 di Vicenza.

L’intero introito del progetto verrà devoluto ai Villaggi SOS [www.sositalia.it], organizzazione che aderisce a SOS Kinderdorf International, la più grande associazione internazionale per l’assistenza all’infanzia in gravi difficoltà familiari, presente in tutto il mondo con oltre 450 Villaggi e con oltre 1000 istituzioni di carattere sociale.

illustrazione dal favolario

In Italia sono presenti 7 strutture SOS: Trento, Ostuni, Morosolo (VA), Roma, Saronno, Mantova e Vicenza. I Villaggi operano nel settore della tutela del bambino: gestiscono servizi di accoglienza residenziale di tipo familiare e promuovono iniziative a forte valenza educativa e culturale in risposta ai bisogni del territorio nel quale sono inseriti, contribuendo attivamente alla diffusione di una cultura per l’infanzia.

Il Villaggio SOS di Vicenza opera dal 1981 e attualmente accoglie, nei suoi diversi servizi distribuiti nella città, ben 57 bambini/bambine, ragazzi/ragazze e mamme sole con i propri bambini.