PerFormAzione. Meccanismi della creatività

PerFormAzione

 


LABORATORIO DI FUMETTO

fumettoFormatori: Stefano Tamiazzo, Antonio Menin, Francesco Frosi, Vittorio Bustaffa (docenti della Scuola Internazionale di Comics)

Finalità: introduzione al panorama professionale della disciplina

Luogo: Informagiovani - Laboratorio Giovani Artisti, Vicenza

Durata: 4 incontri di 3 ore

N° massimo di partecipanti: 20

 

Incontri e programma:
MANGA

Anatomie; Fisionomie; Espressioni; La tavola manga

FANTASY

Schema anatomico del mago; Studio del volto del mago; Schema anatomico dell'Orco; Le armi e il costume dell'Orco; La regina delle Nevi, schema anatomico, costume; La stanza del castello

MECHA-DESIGN

Cerchi/Quadrati-Tubi-Cubi; La simmetria; Disegno di un'auto dei primi del novecento; Disegno di un'auto prototipo recente; La testa di un ROBOT

LE ESPRESSIONI DEL VOLTO

Anatomia della testa; Proporzioni; Gli occhi, la bocca, le sopracciglia; Studio iconico della combinazione degli elementi espressivi del volto; Sorpresa, Ira, Delusione, Felicità, Disperazione, Sospetto; Esagerazione comica delle espressioni

 

La Scuola Internazionale di Comics, Accademia delle Arti Figurative e Digitali, conosciutissima factory di nuovi talenti, è nata come studio di Fumetto e di Sceneggiatura, ma ha incrementato la propria attività, inserendo nuovi corsi e consolidando e aggiornando i suoi programmi didattici che sono stati ampliati e si sono estesi anche ai settori dell’illustrazione, della grafica, del cartone animato 2D e 3D, della grafica 3D, del web design. Dal 1979 ad oggi, ha formato professionisti attivi nel campo delle arti figurative. Arricchita negli anni da molteplici esperienze coi maggiori professionisti e forte di un costante aggiornamento, la Scuola ha aperto diverse sedi in Italia: Roma, Firenze, Jesi, Torino, Pescara, Padova e Reggio Emilia. La Scuola è strutturata come un’evoluzione della “bottega artigiana” dei grandi maestri del passato.

 


LABORATORIO DI ANIMAZIONE

animazioneFormatori: Paola Luciani (docente della Scuola Internazionale di Comics)

Finalità: introduzione al panorama professionale della disciplina

Luogo: Informagiovani - Laboratorio Giovani Artisti, Vicenza

Durata: 4 incontri di 3 ore

N° massimo di partecipanti: 20

 
Incontri e programma:
PRODUZIONE DI UN CORTOMETRAGGIO DI ANIMAZIONE

Presentazione del workshop, proiezione e analisi di alcuni cortometraggi d’autore realizzati con tecniche diverse: tecnica del decoupage; tecnica d’ animazione tradizionale “a fasi”; tecnica tradizionale con effetto delle dissolvenze; tecnica tradizionale “a fasi” colorata direttamente su carta.

Introduzione alla tecnica dei principi fondamentali e del linguaggio del cinema d'animazione: la sceneggiatura, lo storyboard, le scenografie, il layout, il rough, il clean up, l’intercalazione, il colore, gli effetti speciali video, gli effetti speciali dei suoni, il montaggio, la regia.

Primi rudimenti per affrontare la produzione di un video clip animato da realizzarsi con animazioni tradizionali su carta.

Ideazione, esercitazioni di disegni in movimento, ripresa e montaggio.

 

Paola Luciani, docente di Animazione presso la sede di Padova della Scuola Internazionale di Comics, si è specializzata in cinema d'animazione al centro sperimentale di cinematografia di Roma. In oltre vent'anni di esperienza come scenografa, animatrice, intercalatrice e regista, ha partecipato alla realizzazione di film, spot pubblicitari e video-games. Tra i vari titoli: Opopomoz, Lea e Gaspard, Cuccioli, La freccia azzurra, Lupo Alberto. Numerose le partecipazioni con i suoi cortometraggi a prestigiosi festival internazionali come: Annecy, Stoccarda, Zagabria, Esphino, etc.
Per vedere alcuni dei suoi lavori cliccate su: www.myspace.com/paluc

 


LABORATORIO DI CRITICA MUSICALE

critica musicaleFormatori: Alessandra Agosti, Stefano Rossi, Marco Ghiotto, John Vignola, Luca Sofri

Finalità: creazione di un coordinamento stampa degli eventi musicali locali (feste rock, locali con musica live, ecc.)

Luogo: Informagiovani - Laboratorio Giovani Artisti, Vicenza

Durata: 5 incontri di 3 ore

N° massimo di partecipanti: 20

Incontri e programma:

SCRIVERE DI MUSICA (E DI TEATRO MUSICALE)

Scrivere di musica e di teatro per un giornale, una rivista, una radio, una Tv o un sito internet.
I diversi spazi della musica (consueti o inconsueti); il mondo del professionismo e la musica per hobby. Saper distinguere fra “arte” e “commercio”. La differenza dello scrivere di musica per i diversi mezzi di comunicazione: quotidiani, periodici, radio, Tv e siti internet.
L'attività di ufficio stampa in ambito musicale e teatrale. Le caratteristiche e le funzioni di un addetto stampa. Come si organizzano una campagna o una conferenza stampa a livello locale, provinciale, regionale o nazionale. Testi e immagini: tecnica di base per predisporli e distribuirli. I rapporti con gli organi di informazione.

Il laboratorio prevede anche l’incontro-dibattito con Stefano Florio, produttore musicale indipendente, musicista e compositore; ha diretto a Sanremo, prodotto artisti come Luca Bassanese, Roberto Jonata, Lost.

Alessandra Agosti, lavora dagli anni ’80 come giornalista e ufficio stampa, prevalentemente nel mondo dello spettacolo. È responsabile dei rapporti con la stampa per la sezione regionale veneta della Fita - Federazione Italiana Teatro Amatori, nonché ideatrice e curatrice, con Stefano Rossi, dell'inserto mensile de Il Giornale di Vicenza "Tam Tam", specializzato in teatro, arte, musica e cultura. Stefano Rossi lavora come giornalista dal 1983 per diversi mezzi: quotidiani (Giornale di Vicenza), radio (Radio Vicenza International), Tv (Canale 68), periodici (Tam Tam). Ha svolto spesso attività di ufficio stampa per diverse realtà nel campo dello spettacolo e attualmente fa parte dell'Ufficio Stampa dell'Associazione Artigiani della provincia di Vicenza e della redazione del settimanale economico FareImpresa. E' anche direttore del mensile di musica e opinione Sound & Vision.

 

I TESTI NELLA STORIA DEL ROCK

Un percorso di analisi di testi selezionati dalla produzione musicale di genere rock con particolare riferimento al contesto storico-culturale in cui essi hanno preso forma, analizzando il mutare dei costumi e degli aspetti sociali. Fare storia con la musica e l’ascolto “critico”.

Marco Ghiotto è scrittore e musicologo vicentino. Nel 2003 pubblica “Pop Life (breve storia del rock attraverso i testi)” per Mimesis. Nel 2007 pubblica la raccolta poetica “L’ubriaco innamorato”, ed. Il Filo.

 

LA RADIO E LA MUSICA DI QUALITÀ

I principali aspetti della pratica di diffondere cultura attraverso mezzi popolari, con particolare riferimento al media radiofonico.

Da quasi vent’anni John Vignola si occupa professionalmente di musica. Ha gestito una piccola etichetta indipendente, condotto trasmissioni radiofoniche, curato una collana editoriale, collaborato a volumi e riviste in tema. Scrive su Vanity Fair, Audioreview, Il Mucchio Selvaggio, dove cura la rubrica dei libri e quella del cinema. Conduce la trasmissione Rai Stereo Notte su RadioRai.

 

LA MUSICA NEL WEB 2.0

Una conversazione guidata su come gestire un blog di argomento musicale: un manuale di fondamentali, ma anche una lista di suggerimenti e di invito alla condivisione di singole gioie, singole canzoni, magari sfuggite.

Luca Sofri, giornalista, scrive attualmente per i quotidiani La Gazzetta dello Sport, Il Foglio e per le riviste Vanity Fair, GQ e Internazionale. Nel 2002 ha co-condotto Otto e mezzo in televisione, e dal 2003 ha un programma quotidiano su RadioDue (Condor). Gestisce un blog personale molto seguito, Wittgenstein.it, dove pubblica riflessioni e articoli di cultura generale. Nel 2006 ha pubblicato per Rizzoli il suo primo libro intitolato Playlist, una guida a "2556 canzoni di cui non potete fare a meno".

 


LABORATORIO DI ARTE DI STRADA

arte di stradaFormatori: Urana Marchesini e Pippo Gentile

Finalità: creazione di un gruppo autonomo in grado di realizzare, con la supervisione di un artista professionista, la produzione di uno spettacolo di arte di strada.

Luogo: da definire

Durata: stage intensivo di 3 giorni, preceduto e seguito da una serie di incontri propedeutici e di continuazione dello stage

N° massimo di partecipanti: 20

 

Incontri e programma
INCONTRI PROPEDEUTICI

(2-3 incontri di 3 ore ciascuno, a cadenza settimanale)
a cura di Pippo Gentile

Eventuale selezione del gruppo

LABORATORIO DI ACROBAZIA TEATRALE

(3 incontri di 3 ore ciascuno, per un totale di 9 ore)
a cura di Urana Marchesini

L'energia, la concentrazione, l'immaginario, l'improvvisazione. La fiducia nell'altro, l'importanza dello sguardo, l'ascolto, l'imitazione. Meccaniche e prese a due o più persone, cadute, schiaffi.

Una pedagogia alternativa a quella classica accademica, frutto di un connubio tra ginnastica artistica ed esperienza teatrale e circense, un metodo tutto personale che parte dal gioco creativo per arrivare alla tecnica acrobatica.

STAGE CREATIVO

a cura di Pippo Gentile

Una settimana di residenza creativa (tutti i pomeriggi, dal lunedì alla domenica, per un totale di 20 ore) finalizzata alla messa in scena dello spettacolo.

 

Urana Marchesini è una delle poche professioniste dello spettacolo di strada che si esibisce in una tecnica difficile ed impegnativa come l’acrobazia. La sua iniziale formazione di ginnasta le ha permesso di partecipare a gare di livello internazionale. In seguito a diverse esperienze nel mondo del circo e del teatro di strada, ha scelto di arricchire il suo bagaglio artistico di acrobata–ballerina con altre discipline: quella di mimo, del trampoliere e dello sputafuoco. Innumerevoli le sue partecipazioni artistiche nei parchi divertimento, nelle televisioni, nell'ambito lirico, in compagnie di strada e di teatro, nei circhi. Come formatrice, tiene in maniera costante laboratori di acrobatica, acrobazia teatrale rivolti alla commedia dell'arte e al teatro e laboratori di clown.

Pippo Gentile è attore, mimo, clown, equilibrista, sputafuoco, musicista, performer. Lavora dall’85 in spettacoli di teatro ragazzi, teatro di strada e teatro-danza. Nel 2007, con lo spettacolo “Storia di una gabbanella e di un gatto”, vince il premio “Otello Sarzi – nuove figure del teatro” al festival internazionale di teatro ragazzi a Porto S.Elpidio. Nel ’95 fonda l’Ass. Cult. Ullallà. Come insegnante, conduce laboratori sul teatro fisico per ogni ordine di età. È regista della compagnia teatrale "Din Don Down" formata da attori disabili.

 


LABORATORIO DI TEATRO

teatroFormatori: Giuliana Musso, Martina Pittarello, Valentina Brusaferro, Stefano Rossi, Livio Pacella

Finalità: nascita di nuovi gruppi teatrali composti da giovani intenzionati a continuare il percorso iniziato, con altra formazione qualificata e come prospettiva professionale.

Luogo: da definire

Durata: stage intensivo di 4 giorni, preceduto e seguito da una serie di incontri propedeutici e di continuazione dello stage

N° massimo di partecipanti: 20

 

Incontri e programma:

Il progetto nel suo complesso si avvale della collaborazione tra Giuliana Musso e gli altri docenti referenti che hanno il compito di proseguire il lavoro iniziato dalla formatrice all’interno in uno stesso progetto pedagogico e artistico

INCONTRI PROPEDEUTICI

(6 incontri di 3 ore ciascuno, a cadenza settimanale)
a cura di Stefano Rossi, Martina Pittarello, Valentina Brusaferro

Eventuale selezione del gruppo

WORKSHOP con GIULIANA MUSSO

(4 lezioni intensive per un totale di 18 ore)

Elementi di base di tecnica della recitazione.
Presenza scenica, ascolto,  complicità, relazione e  gioco comico.
Analisi dei passaggi necessari per costruire una situazione teatrale: conflitti, obiettivi e caratteristiche organiche dei personaggi.

INCONTRI SUCCESSIVI

(15 incontri di 3 ore ciascuno + 3 giornate intensive, a cadenza settimanale)
a cura di Stefano Rossi, Martina Pittarello, Valentina Brusaferro, Livio Pacella

AZIONE FINALE

Presentazione pubblica delle “Azioni” finali del laboratorio in teatro o, preferibilmente, in spazi non teatrali (piccoli spazi, scuole, biblioteche, parchi, ville, capannoni, ecc.).

 

Rivelazione del teatro contemporaneo di narrazione, Giuliana Musso è l’attrice veneta che più si è affermata negli ultimi anni, tra pubblico e critica, con gli spettacoli “Nati in casa” (sulla figura professionale dell’ostetrica), “Sexmachine” (sui clienti delle prostitute) e “Tanti saluti” (sul tema del morire ai nostri tempi). Cresciuta professionalmente con i massimi maestri del teatro narrazione italiano, diplomata alla scuola di teatro P. Grassi di Milano, è anche regista teatrale e formatrice.

Martina Pittarello, Valentina Brusaferro, Stefano Rossi, Livio Pacella intendono trasmettere – singolarmente e come gruppo - le modalità di lavoro che hanno contraddistinto finora a loro pratica professionale, da più di quindici anni, sulla scena vicentina e nazionale. Considerano importanti nella loro formazione gli incontri con Danio Manfredini, Armando Punzo, Mamadou Dioume, Yoshi Oida, Cesar Brie, Marco Baliani, Ascanio Celestini, Ariane Mnouchkine.

 


LABORATORIO DI GRAFICA D’ARTE

grafica arteFormatori: Giovanni Turria, Giuseppe Iannello, Giuseppe Carollo, artisti de L’Officina Arte Contemporanea

Finalità: realizzazione di materiali artistici quali libri d’arte, plaquette, inviti, locandine, folders di fattura e sapore tipografico con carte artigianali o fatte a mano e con procedimenti e dettami della tradizione.

Luogo: L’Officina Arte Contemporanea, Contrà Carpagnon 17, Vicenza

Durata: stage intensivo di 3-4 gg. (per un totale di 24-30 ore)

N° massimo di partecipanti: 10

 

Incontri e programma:
DAL DIGITALE AL TORCHIO A BRACCIO

Dal manoscritto umanista alla stampante laser: breve storia della stampa.
Materiali, tecniche, procedimenti a confronto.
Il design tipografico.
Come si utilizzano i caratteri: le regole della tradizione e la composizione a caratteri mobili.
Il desktop publishing: come fare buon uso delle infinite possibilità offerte dal computer e dalla composizione digitale.
Anatomia del libro: libri antichi e moderni prodotti editoriali a confronto.

In parallelo:
Progetto e realizzazione di una plaquette composta con caratteri mobili e tirata a mano.
Disegno della pagina, scelta e preparazione della carta.
Realizzazione dei complementi grafici e delle illustrazioni con tecnica xilografica.
Stampa a braccia, taglio e rilegatura
Ideazione e realizzazione di una copertina decorata.

Le attività di laboratorio saranno alternate a momenti di approfondimento. E' prevista una visita alla biblioteca bertoliana di Vicenza, dove saranno esaminati alcuni degli incunaboli e delle cinquecentine che vi sono conservati. Una parte del corso sarà inoltre dedicata alla visione e al commento di brani dal documentario Helvetica (2007) di Gary Hustwit. Nell'ultima giornata del corso i partecipanti potranno progettare e realizzare autonomamente, sotto la supervisione dei docenti, un piccolo progetto grafico personalizzato (biglietto da visita, carta intestata, biglietto augurale).

 

L’Officina Arte Contemporanea nasce come associazione e centro culturale nel 1997, in uno spazio di 300 mq nel centro di Vicenza, luogo suggestivo di archeologia industriale (un tempo infatti ospitava un fabbrica di scarpe). Gli ampi spazi vetrati, i lunghi corridoi e la possibilità di suddivisione in stanze per studi d’artista ne fanno il luogo ideale per lavorare, dipingere e tenere anche esposizioni d’arte. Ha ospitato mostre con importanti artisti emergenti e gruppi di punta della nuova arte. L’acquisto di nuovi macchinari, come i torchi per la stampa e i materiali elettronici, spostano l’accento su un fare più consapevole della gestione dello spazio, portando al contempo la possibilità di attuare delle collaborazioni che esulino dalle sole arti visive o performative, e di mettere in atto eventi e sodalizi letterari, sia per quanto riguarda la presentazione di readings, libri, personalità culturali tout court, che per la produzione di libri e cartelle d’arte. Quattro artisti la abitano: Enrico Mitrovich, Giovanni Turria, Giuseppe Iannello, Paola Chimetto.

 


loghi istituzionali

Un'iniziativa dell'Assessorato all'Istruzione e alle Politiche Giovanili del Comune di Vicenza, realizzata con il contributo dell'Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato e Non Profit della Regione Veneto (progetto Giovani Produttori di Significati, Ministero della Gioventù)